Apparecchio denti: le funzioni in base all’età

Apparecchio denti: le funzioni in base all’età
0 31 ottobre 2017

Mantenere in buona salute il cavo orale è importante in qualsiasi momento della propria vita. Per questo motivo si consiglia di portare i bambini a fare la loro prima visita dal dentista già intorno ai 4-5 anni, e di mantenerle costanti nel tempo, mano a mano che si avanza con l’età.

Con una visita ogni sei mesi circa, infatti, è possibile prima monitorare la crescita e lo sviluppo della dentizione decidua, e dopo effettuare un lavoro di prevenzione sul formarsi di eventuali infiammazioni e patologie.

A qualsiasi età quindi è importante prendersi cura dei propri denti, sia che si tratti di una piccola carie, di un’infiammazione alle gengive o di un più grave problema di masticazione.

Apparecchio denti: c’è un’età massima?

L’età minima per iniziare un trattamento ortodontico è di 5 anni, quando di solito viene consigliato un apparecchio mobile per bambini, ma sono praticabili anche soluzioni fisse (come per l’espansione del palato).

Ma esiste anche un’età massima? La risposta è no.

L’idea che l’utilizzo dell’apparecchio sia limitato ai bambini e agli adolescenti è ormai superata, per due motivi. Innanzitutto, le nuove tecnologie hanno permesso di sviluppare nuovi dispositivi che permettono di riallineare i denti in maniera discreta; in secondo luogo, anche se si è già effettuata una terapia ortodontica da piccoli, non è detto che a distanza di 20-30 anni non ci sia nuovamente bisogno di un intervento per ristabilire i giusti equilibri.

Ogni caso è a sé e deve essere valutato opportunatamente, ma le statistiche dimostrano che, ad oggi, un paziente odontoiatrico su 5 ha più di 40 anni, con una diffusione sempre maggiore dell’apparecchio anche tra gli over 65.

Questo dimostra che sempre più adulti si rendono conto dell’importanza della salute della propria bocca, sia da un punto di vista funzionale che estetico.

Un apparecchio denti per ogni età

I motivi che spingono a considerare la terapia ortodontica sono gli stessi a qualsiasi età, e si possono distinguere in problemi medici, come le malocclusioni, e problemi estetici, come il sovraffollamento o il diastema.

Per ogni età e problematica l’ortodontista consiglierà però un piano terapeutico differente, elaborato sulla base dell’anamnesi del paziente e dei risultati degli esami che raccoglierà.

Infatti, se in età pediatrica la plasticità ossea rende possibile intervenire sulla formazione e sulla posizione delle ossa mascellari e mandibolari, successivamente qualsiasi trattamento non avrà più efficacia a livello scheletrico.

Intorno ai 16-17 anni le ossa sono ormai formate e ben salde, e non è più possibile esercitare una forza in grado di correggerne il posizionamento.

Apparecchio denti per bambini

Per i bambini la terapia ortodontica consigliata solitamente prevede l’utilizzo di apparecchi funzionali e ortopedici in funzione delle necessità. Questo è in grado non solo di riallineare i denti, ma anche di correggere il palato stretto e di ristabilire il corretto rapporto tra le arcate, modificando radicalmente la forma del cavo orale.

In età pediatrica si parla di ortodonzia intercettiva, perché la funzione dell’apparecchio è quella di sistemare gli squilibri strutturali che si stanno formando, per garantire il corretto sviluppo delle arcate dentarie.

Intervenire su malformazioni come il morso aperto, il morso profondo e qualsiasi altro tipo di malocclusione in maniera precoce permette di risolvere definitivamente il problema o perlomeno di ridurre le tempistiche di un successivo trattamento, nel caso si riveli necessario.

Apparecchio denti per adolescenti

Come già accennato, dopo i 16 anni non è più possibile agire sulla conformazione ossea. Si possono però allineare le arcate dentarie e correggere le malocclusioni, sfruttando il picco di crescita puberale che condiziona la crescita dei mascellari. In questo modo si può ottenere il giusto equilibrio tra funzionalità ed estetica.

In età adolescenziale, danno buoni risultati sia l’ortodonzia fissa che quella invisibile. L’ortodontista deve valutare se ricorrere all’una o all’altra in base al caso del paziente: se la crescita scheletrica è regolare e il ragazzo ha completato la permuta dei denti, consiglierà l’utilizzo di un apparecchio fisso, con cui verrà ristabilito il corretto allineamento.

Se invece la malocclusione ha influenzato anche i rapporti tra le ossa del volto, bisogna valutare se è necessario intervenire a livello ortopedico-funzionale, e quindi saranno adatti tanto l’apparecchio fisso, quanto quello mobile.

In questi casi, spesso si ricorre ad Invisalign, nella sua versione appositamente studiata per i ragazzi.

Apparecchio denti per adulti

età apparecchio denti per adultiL’obiettivo di un trattamento ortodontico intrapreso in età adulta è principalmente quello di migliorare il proprio sorriso, ma spesso i pazienti adulti si sentono in imbarazzo all’idea di indossare un apparecchio tradizionale e mostrare la struttura metallica mentre parlano.

Per questo motivo, gli adulti che decidono di risolvere i propri problemi di malocclusione o allineamento dentale scelgono l’apparecchio Invisalign.

Le mascherine trasparenti consentono di raggiungere il risultato desiderato in tempi relativamente brevi, senza dover rinunciare a sorridere durante il percorso di cura. Ma non si tratta solo di un fattore estetico.

Problemi come il sovraffollamento dei denti o una cattiva forma del morso, predispongono infatti la comparsa di quelle malattie parodontali e di quei problemi articolari che, secondo le statistiche, colpiscono circa il 40% della popolazione italiana.

Correggendo questi difetti con un apparecchio, è possibile quindi prevenire patologie più gravi, come la parodontite, ma funziona anche al contrario.

Nel caso la perdita dei denti sia già avvenuta, l’apparecchio è in grado di riallineare gli elementi dentali rimasti, ridandogli così stabilità e consentendo al paziente di mantenerli più a lungo.

Età Apparecchio denti: nessun limite

In presenza di malocclusioni e disallineamenti dentali, durante la visita ortodontica il dentista consiglierà una terapia ortodontica al suo paziente, che si tratti di un bambino, di un adolescente o di un adulto.

L’apparecchio quindi non ha nessun limite d’età.

Insieme alla correzione delle anomalie di sviluppo osseo, dei problemi di allineamento dentale e di tutti i piccoli difetti che compromettono l’estetica del sorriso, l’apparecchio assume anche un valore biologico di una certa importanza, poiché permette di conservare più a lungo i propri denti e, al tempo stesso, di migliorare la salute generale dell’organismo, dal momento che i problemi dentali influiscono anche sulle funzioni organiche.

Questo è valido soprattutto per gli adulti, per cui l’apparecchio rappresenta una soluzione di cura anche per il mal di testa, dolori articolari, difficoltà nella masticazione ed usura delle ossa.

Trova la clinica più vicina a te e prenota subito: la tua prima visita, te la offre Dental Planet!

RICHIEDI APPUNTAMENTOCERCA LA TUA CLINICA

Posted in Megamenu, Ortodonzia