0 19 dicembre 2017

Intraprendere un trattamento ortodontico è una scelta importante. Deve essere effettuata sulla base di una visita dal dentista, che si occupa di effettuare tutti gli esami necessari, come la radiografia e le impronte dentali, al fine di ottenere una diagnosi precisa. In particolare, per correggere i disallineamenti dentali, negli ultimi anni si sta diffondendo sempre di più l’utilizzo dell’apparecchio per denti trasparente, grazie al fatto di risultare praticamente invisibile quando indossato. Prima di sceglierlo come terapia però, è bene conoscerne i pro e i contro.

Apparecchio per denti trasparente: gli svantaggi

L’apparecchio Invisalign ha molti benefici per i pazienti che decidono di utilizzarlo per raddrizzare i denti, ma presenta anche alcuni svantaggi. Il principale è quello di non essere adatto a chiunque. In caso di malocclusioni gravi infatti, le mascherine non esercitano una forza sufficiente a correggere il problema. Bisogna quindi ricorrere ad altre terapie ortodontiche, come l’apparecchio fisso che, con la sua azione continua 24 ore su 24, risulta più indicato. L’altro svantaggio è rappresentato dall’impegno che

Posted in Megamenu, Ortodonzia
0 30 novembre 2017

Invisalign è l’innovativo trattamento ortodontico che permette di riallineare i denti, senza dover vivere il disagio che un apparecchio tradizionale di solito comporta. A richiederlo sono soprattutto gli adulti poiché, superata l’età dell’adolescenza, l’idea di portare un apparecchio visibile ed ingombrante crea un forte imbarazzo, nonostante il desiderio di voler recuperare un sorriso sano e bello. Con Invisalign, invece, diventa possibile correggere le anomalie dentali in maniera discreta, grazie agli aligner costruiti in polimero trasparente, che risultano praticamente invisibili quando indossati. Negli ultimi anni però, anche molti ragazzi hanno optato per questo terapia. Con l’aggiunta di alcune funzioni speciali, quali ad esempio un indicatore che segnala il tempo di utilizzo cambiando il suo colore da blu a trasparente, è stato infatti creato un sistema Invisalign su misura per gli adolescenti, in modo da rispettare le loro esigenze ed aiutare al tempo stesso genitori e dentisti a monitorare i miglioramenti in corso. Con un numero quindi sempre più alto di pazienti che scelgono Invisalign, viene spontaneo chiedersi: ma funziona davvero?

L’apparecchio invisibile funziona sempre?

Prima di prendere qualsiasi decisione in merit

Posted in Megamenu, Ortodonzia
0 31 ottobre 2017

Mantenere in buona salute il cavo orale è importante in qualsiasi momento della propria vita. Per questo motivo si consiglia di portare i bambini a fare la loro prima visita dal dentista già intorno ai 4-5 anni, e di mantenerle costanti nel tempo, mano a mano che si avanza con l’età. Con una visita ogni sei mesi circa, infatti, è possibile prima monitorare la crescita e lo sviluppo della dentizione decidua, e dopo effettuare un lavoro di prevenzione sul formarsi di eventuali infiammazioni e patologie. A qualsiasi età quindi è importante prendersi cura dei propri denti, sia che si tratti di una piccola carie, di un’infiammazione alle gengive o di un più grave problema di masticazione.

Apparecchio denti: c’è un’età massima?

L’età minima per iniziare un trattamento ortodontico è di 5 anni, quando di solito viene consigliato un apparecchio mobile per bambini, ma sono praticabili anche soluzioni fisse (come per l’espansione del palato). Ma esiste anche un’età massima? La risposta è no. L’idea che l’utilizzo dell’apparecchio sia limitato ai bambini e agli ad

Posted in Megamenu, Ortodonzia
0 24 ottobre 2017

Sono sempre di più le persone, soprattutto tra gli adulti, a sentire l’esigenza di prendersi cura della propria salute orale e del proprio sorriso. In tanti però si scoraggiano al pensiero di portare un apparecchio fisso tradizionale: ritengono infatti che brackets e fili siano particolarmente vistosi e hanno paura di provare disagio ed imbarazzo nell’indossarli, oltre al fastidio che comporta avere un dispositivo ortodontico in bocca 24 ore su 24. L’apparecchio Invisalign però ha il doppio vantaggio di essere trasparente e rimovibile. In questo modo, i pazienti che scelgono questo apparecchio, e senza modificare in alcun modo né il proprio stile di vita né le proprie abitudini alimentari. Invisalign è quindi un trattamento innovativo, che consente un controllo preciso sugli spostamenti dentali e di conseguenza risultati soddisfacenti per tutti.

Il trattamento Invisalign

Il paziente può iniziare il suo trattamento Invisalign solo dopo aver effettuato tutti gli esami e le visite necessarie all’ortodontista per eseguire una corretta diagnosi del problema da risolvere.

Trattamento Invisalign: gli esami necessari

Il dentista, opportunatamente f

Posted in Megamenu, Ortodonzia
0 28 settembre 2017

La cura ortodontica può essere intrapresa a qualsiasi età, ma i risultati migliori si ottengono quando la si effettua durante l’infanzia o la prima adolescenza. Eventuali problemi nello sviluppo scheletrico della mascella e della mandibola sono infatti riscontrabili già a partire dai 4-5 anni. Per questo motivo, è bene portare i propri figli alla loro prima visita odontoiatrica intorno a questa età: solo così sarà possibile per il dentista diagnosticare correttamente la malformazione in corso e correggerla tempestivamente.

Apparecchio dentale mobile per bambini: perché intervenire in giovane età

L’apparecchio mobile si rivela efficace soprattutto nei casi di ipo ed iper-sviluppo, malocclusioni, difetti di morso, avanzamento e arretramento mandibolare o mascellare: situazioni che si verificano spesso se si pensa, ad esempio, all’abitudine prolungata nel tempo di succhiarsi il dito. Per aumentare le possibilità di risolvere le anomalie dello sviluppo osseo, è importante iniziare il trattamento in giovane età: l’odontoiatra consiglia, in questi casi, di intraprendere la terapia intorno ai 6-7 anni, perché in questa fase l

0 26 settembre 2017

In ortodonzia si parla di morso profondo quando gli incisivi dell’arcata superiore coprono quelli dell’arcata inferiore in maniera eccessiva. In condizioni normali, gli incisivi superiori coprono gli inferiori di circa 2mm, ma nel caso di morso profondo si arriva a 4mm e anche di più. Quali sono le conseguenze? Questa patologia influisce negativamente non solo sulla corretta chiusura dei denti e quindi sulla masticazione, ma anche sull’aspetto estetico e sulla postura. I pazienti affetti da morso profondo presentano difficoltà nell’aprire e chiudere la bocca, perché la mandibola, costretta a stare più indietro, ne limita i movimenti. La sua posizione incide quindi sul rapporto naso-mento, che risulta accorciato, e crea una piega piuttosto evidente tra il mento e le labbra. Il posizionamento scorretto della mandibola influenza anche la postura. Il rapporto disarmonico tra la muscolatura del volto e del collo e le strutture ossee causato da questa patologia crea delle tensioni che agiscono sulla colonna vertebrale. Se non trattato, il morso profondo quindi può accentuare problemi di lordosi cervicale e sindromi algiche cervicali, a causa della postura incurvata che si tende ad assumere. Viste tutte le problematiche legate al morso

Posted in Megamenu, Ortodonzia
0 19 settembre 2017

L’ortodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa di ripristinare la corretta funzionalità dell’apparato masticatorio, in presenza di denti storti o malocclusioni. Un tempo, si riteneva che le cure ortodontiche potessero apportare dei miglioramenti alla dentatura solo se effettuate durante l’adolescenza, ma, negli ultimi anni, studi e ricerche hanno dimostrato che è possibile ottenere dei risultati anche sugli adulti. È difficile però che una persona matura si possa sentire a suo agio con un classico apparecchio fisso, ed è per questo che l’ortodonzia si è mossa per creare delle alternative meno invadenti, ma ugualmente valide.

Ortodonzia invisibile: i trattamenti

L’ortodonzia invisibile, come quella classica, prevede due tipologie di trattamento, di cui una fissa ed una mobile. In questo caso però, gli apparecchi sono creati apposta per risultare più discreti possibile, in modo da minimizzare il disagio e l’imbarazzo che di solito comportano le cure ortodontiche tradizionali.

L’apparecchio linguale

Ciò che distingue l’apparecchio linguale da quello classico è il posizionamento degli attacchi. I brackets infatti, invece di venir posti sulla superficie esterna degli elementi dentali, vengono fissati su quella interna, risultando così invisib

Posted in Megamenu, Ortodonzia
0 23 agosto 2017

I denti storti costituiscono un problema tanto negli adolescenti, quanto nelle persone adulte. Per risolverlo bisogna ricorrere all’apparecchio ma, soprattutto nel caso degli adulti, l’idea di indossare per lungo tempo brackets e fili metallici provoca del disagio. Per ovviare a questa difficoltà, esiste l’apparecchio Invisalign: è un trattamento ortodontico che prevede l’utilizzo di una serie di mascherine trasparenti che, se indossate correttamente, vanno a risolvere i problemi di allineamento dentale, garantendo una migliore masticazione ed eliminando al tempo stesso l’imbarazzo legato al fattore estetico.

Apparecchio Invisalign: come funziona?

Per iniziare il percorso di cura con Invisalign, occorre innanzitutto effettuare una visita da un dentista che abbia completato l’apposito corso di formazione organizzato da Align Technology e sia quindi abilitato ad effettuare la tecnica Invisalign. Il professionista scelto provvederà ad effettuare tutti gli esami necessari alla valutazione del caso, per determinare l’idoneità del paziente al trattamento: radiografie, esame cefalometrico ed impronte dentali. Queste ultime sono le più importanti, poiché vengono utilizzate dal laboratorio come modello base per la creazione degli aligner:

Posted in Megamenu, Ortodonzia
0 10 febbraio 2017

L’apparecchio per i denti, o più correttamente apparecchio ortodontico, è lo strumento che serve a “raddrizzare” i denti disallineati. Consiste essenzialmente in un dispositivo che viene applicato alle arcate dentali al fine di correggerne nel tempo le imperfezioni. Questo trattamento mira al raggiungimento di un eccellente risultato estetico e al contempo apporta anche un notevole beneficio per la salute dell’apparato stomatognatico. Le funzioni dell’apparato stomagnatico Anche se il termine – relativamente desueto e di difficile pronuncia, può risultarci strano, l’apparato stomagnatico svolge funzioni molto comuni per l’essere umano. Masticare, deglutire, parlare, sorridere, sbadigliare, mordere e respirare – sono tutte attività più o meno strettamente connesse a quest’area. Ma non finisce qui. Infatti studi recenti stanno facendo sempre più emergere come l’area della bocca influisca in larga misura anche sulla postura. Mal occlusioni delle arcate dentali, così come disfunzioni stomatognatiche, possono essere responsabili di disturbi di vario tipo nelle zone della mandibola e del cranio. Da qui a loro volta possono generarsi disequilibri posturali anche gravi.

Apparecchio denti: come, quando e perc

Posted in Megamenu, Ortodonzia