Apparecchio mobile per bambini: da che età?

Apparecchio mobile per bambini: da che età?
0 28 settembre 2017

La cura ortodontica può essere intrapresa a qualsiasi età, ma i risultati migliori si ottengono quando la si effettua durante l’infanzia o la prima adolescenza. Eventuali problemi nello sviluppo scheletrico della mascella e della mandibola sono infatti riscontrabili già a partire dai 4-5 anni.

Per questo motivo, è bene portare i propri figli alla loro prima visita odontoiatrica intorno a questa età: solo così sarà possibile per il dentista diagnosticare correttamente la malformazione in corso e correggerla tempestivamente.

Apparecchio dentale mobile per bambini: perché intervenire in giovane età

L’apparecchio mobile si rivela efficace soprattutto nei casi di ipo ed iper-sviluppo, malocclusioni, difetti di morso, avanzamento e arretramento mandibolare o mascellare: situazioni che si verificano spesso se si pensa, ad esempio, all’abitudine prolungata nel tempo di succhiarsi il dito.

Per aumentare le possibilità di risolvere le anomalie dello sviluppo osseo, è importante iniziare il trattamento in giovane età: l’odontoiatra consiglia, in questi casi, di intraprendere la terapia intorno ai 6-7 anni, perché in questa fase le ossa sono ancora plastiche, e di conseguenza si possono modificare.

L’apparecchio mobile non compie la sua azione direttamente sui denti, ma sulle ossa della mascella e della mandibola: ne corregge la forma ed il posizionamento, influenzando solo di conseguenza anche l’allineamento dei denti.

Successivamente invece, a partire dai 10-12 anni, non è più possibile agire sulla conformazione della bocca, perché le ossa sono ormai formate: quello che si può risolvere è però il disallineamento dei denti.

In ogni caso, basta portare il proprio bambino regolarmente alle visite dal dentista. Qualora dovesse accorgersi di qualche anomalia, si preoccuperà di effettuare gli esami e le analisi necessarie a diagnosticare il problema e pianificare il trattamento ortodontico più indicato al caso.

Apparecchio ortodontico mobile per bambini: 3 funzioni

L’apparecchio mobile è lo strumento più utilizzato nell’ortodonzia intercettiva: questa branca si occupa in particolar modo di migliorare la conformazione della bocca, indirizzando correttamente lo sviluppo delle ossa.

Esistono 3 tipologie di apparecchi mobili, ognuno dei quali ha una funzione specifica:

  • Meccanico: in questo tipo di apparecchio, archi e viti devono essere attivati dai genitori o dal dentista durante i controlli in studio. Una volta attivati, esercitano una forza sui denti, che li spinge nella loro posizione corretta.
  • Funzionale: ha un effetto combinato ortodontico ed ortopedico. L’apparecchio funzionale infatti, oltre ad agire sui denti grazie alla forza esercitata dal meccanismo, sfrutta anche la forza naturale delle labbra, della lingua e dei muscoli della masticazione per indirizzare correttamente la crescita ossea della mandibola e della mascella.
  • Di contenzione: l’apparecchio mobile può essere utilizzato anche per contenzione, in seguito al trattamento con apparecchio fisso. In questi casi infatti, per mantenere nel tempo l’allineamento dei denti ottenuto, è necessario indossare uno strumento che li mantenga in posizione.

Apparecchio mobile per bambini: consigli utili

Indossare l’apparecchio mobile rappresenta un cambiamento importante nelle abitudini quotidiane del bambino. Deve imparare quando tenerlo e quando invece toglierlo, assicurandosi di conservarlo nell’apposito contenitore, e mantenerlo sempre pulito.

Deve inoltre imparare a convivere con alcuni fastidi, che saranno maggiormente presenti all’inizio, ma che con il passare dei giorni si attenueranno, fino a sparire del tutto. A seguire, alcuni consigli per facilitare il primo impatto con l’apparecchio mobile, utili sia al bambino che ai genitori, che dovranno aiutarlo a gestire questa nuova situazione.

Come aiutare i bambini ad abituarsi all’apparecchio mobile

L’apparecchio mobile può provocare alcuni disagi. I bambini, per questo motivo, spesso tendono ad indossarlo meno ore rispetto a quanto richiesto dalla terapia, finendo solo per ritardare il raggiungimento dei risultati.

Il metodo migliore per abituarsi all’apparecchio è invece proprio indossarlo il più a lungo possibile. Le irritazioni a guance, gengive e labbra si risolveranno spontaneamente nel giro di pochi giorni, così come l’aumento della salivazione, che tornerà ad un livello normale.

Come pulire l’apparecchio mobile per bambini

Come già detto, una volta iniziata la terapia, i bambini devono indossare l’apparecchio mobile il più a lungo possibile, dalle 14 alle 18 ore al giorno, rimuovendolo preferibilmente solo per mangiare e per fare sport.

Prima di rimetterlo, i genitori devono accertarsi che il bambino si sia lavato correttamente i denti, e che anche l’apparecchio sia pulito.

L’apparecchio mobile richiede due fasi di pulizia:

  • Pulizia quotidiana: bisogna spazzolare accuratamente l’apparecchio con spazzolino e sapone, facendo attenzione a pulire ogni sua parte.
  • Pulizia settimanale: per essere sicuri che l’apparecchio sia assolutamente privo di qualsiasi residuo di placca o batteri, si consiglia di effettuare una pulizia più approfondita una volta a settimana.

Per disinfettarlo correttamente, bisogna quindi immergerlo in un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente ed aggiungere una pastiglia effervescente apposita per la pulizia degli apparecchi ortodontici.

Per tenerlo invece al sicuro quando non lo si indossa, il dentista consegna al bambino un contenitore di plastica. Si consiglia di ritirarlo sempre con cura, evitando di lasciarlo in giro, per questioni di igiene, o di avvolgerlo in tovaglioli o salviette, per non rischiare di gettarlo accidentalmente nei rifiuti.

Apparecchio mobile per bambini: funziona?

Con l’apparecchio mobile è possibile intraprendere una cura ortodontica già durante l’infanzia, e questo permette di intervenire sulla crescita delle ossa mandibolari e mascellari, guidandole nella giusta posizione. Correggendo la posizione delle ossa, migliora anche il posizionamento dei denti.

Così, nel caso sia necessario un ulteriore trattamento, i tempi saranno molto più brevi, e l’apparecchio fisso servirà solo ad ottimizzare l’allineamento degli elementi dentali, già avviato dall’apparecchio mobile.

Quando si parla di apparecchio mobile, è importante la collaborazione di tutti. Vista la giovane età del paziente, non si può pretendere che rispetti la terapia con costanza ed impegno tutto da solo.

In questo senso, è fondamentale che i genitori seguano il bambino, gli ricordino di indossare l’apparecchio anche quando non vuole, lo aiutino nella pulizia del dispositivo e lo portino regolarmente alle visite dal dentista.

Assicurandosi che il bambino segua la terapia e rispetti tutte le indicazioni del dentista, i risultati saranno visibili entro i tempi previsti.

Per capire qual è la terapia ortodontica ideale, prenota subito la tua visita nella clinica Dental Planet a te più comoda.

RICHIEDI APPUNTAMENTOCERCA LA TUA CLINICA